Alga spirulina, moringa e tiroide

Alga spirulina e tiroide

L’alga spirulina, essendo un integratore di iodio, può in alcuni casi intervenire su soggetti che hanno problemi alla tiroide ma non tutti i casi è adatta. Vediamo quindi quando assumerla e in quali dosaggi.

Le potenti proprietà antiossidanti della spirulina possono aiutare a prevenire alcune malattie legate alla tiroide, anche se oggettivamente, non è mai stato clinicamente e scientificamente provato.

Ma su un principio siamo sicuri ovvero che l’alga spirulina è un alimento vegetale tra i più completi e bilanciati esistenti in natura ed è la miglior fonte alternativa alimentare e integrativa.

Contiene infatti il 70% di proteine già trasformate in aminoacidi, a differenza di carne, pesce e formaggi che ne contengono solo il 20%. Possiede inoltre parecchi minerali, acidi grassi essenziali, vitamine e antiossidanti, utili a combattere i radicali liberi.

Alga spirulina e i suoi benefici

La spirulina agisce seriamente sul metabolismo prevenendo ogni tipo di infiammazione, soprattutto gastro intestinale. Possiede delle proprietà molto importanti che vanno a contrastare fortemente la produzione insulinica nel sangue, favorendo anche una riduzione del peso, utile per coloro che vogliono dimagrire e tornare in forma.

Le sue proprietà proteiche tendono ad agire sul controllo dell’appetito, in questo modo donano senso di sazietà, evitando inutili abbuffi. Anche la riduzione dei trigliceridi fa parte delle qualità di questa alga e assumerla insieme ad una dieta equilibrata è un’ottima soluzione per il proprio stile di vita.

Agisce parecchio in modo favorevole sul colesterolo, riducendo il colesterolo LDL, quello cattivo, e aumentando il colesterolo HDL, quello buono, stimolando così la funzione epatica.

Alga spirulina per vegani e vegetariani

Avendo un alto apporto proteico è consigliato l’uso quotidiano per tutti coloro che scelgono di nutrirsi seguendo un regime non animale, tramite compresse o polvere. Solitamente una dose di 5 grammi ogni giorno, a rotazione mensile con periodi di fermo per evitare l’assuefazione, è la soluzione più indicata.

Ipotiroidismo e ipertiroidismo

Ad oggi, come detto prima, non ci sono test clinici che determinano un vero aiuto per coloro che soffrono di questi sintomi. Le nostre possono essere ipotesi dettate dalle enormi qualità di questa alga che contengono proprietà inequiparabili rispetto a tanti altri integratori, come moringa e piperina.

Il nostro consiglio è quello di stare bassi con i dosaggi, rispetto a coloro che non hanno sintomi tiroidei, e sempre quello di farsi seguire dal proprio medico curante che darà sicuramente consigli più appropriati in termini integrativi, scientifici e ovviamente farmacologici.

Se ti è piaciuto questo post condividilo :)

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp